Obbligo bollino blu

Le caldaie sono apparecchi altamente inquinanti a causa dei fumi di scarico che rilasciano nell’aria. Per questa ragione la legge stabilisce che vengano obbligatoriamente sottoposte a controlli regolari che ne testino l’efficienza. La certificazione dei fumi di scarico è il cosiddetto bollino blu.

Cos’è e chi rilascia il bollino blu

Il bollino blu è un certificato rilasciato solo dopo alcuni controlli mirati effettuati sulla caldaia per ciò che riguarda l’emissione dei gas di scarico e il funzionamento generale della caldaia. Il bollino blu può essere rilasciato solo da tecnici autorizzati che, con appositi analizzatori provvederanno ai dovuti controlli e ne certificheranno l’esito positivo (o meno). La norma di riferimento è attualmente il DPR 74/2013

Il DLgs 192/2005 aveva in un primo tempo stabilito regole in termini di tempi e modalità di analisi. Oggi il DPR 74 specifica la scadenza dei controlli uniformata per tutte le caldaie domestiche con potenza inclusa tra 10 e 100 Kw/h: 4 anni è la cadenza con cui rispettare l’obbligo bollino blu!.

Starà sempre al proprietario o all’amministratore di condominio, per le caldaie centralizzate, contattare un tecnico autorizzato che effettuerà l’analisi e rilascerà poi il bollino blu obbligatorio, da presentare in caso di controlli da parte degli Enti preposti.

Obbligo Bollino Blu: comunicazione dell’esito

Dopo che il nostro tecnico ha eseguito la manutenzione e il controllo dei gas di scarico, l’esito deve essere comunicato agli enti preposti a mantenere il database degli impianti e delle certificazioni. Noi operiamo nelle città di Milano, Roma e Torino per cui andiamo a descrivere le modalità di comunicazione dell’esito nelle tre diverse località, come previsto dalla Legge:

  • Milano: pensiamo noi stessi a comunicare l’assegnazione del Bollino Blu al Curit senza che il cliente debba preoccuparsi di altro.
  • Torino: La comunicazione deve essere eseguita a favore della Provincia (Ufficio preposto), ma anche in questo caso siamo noi a preoccuparcene
  • Roma: nella Capitale opera la società CON.TE. a cui noi stessi inviamo tutti i documenti relativi all’impianto e al bollino assegnato.

Controlli e Sanzioni sull’Obbligo ollino Blu

Gli enti locali possono procedere con controlli a campione, senza preavviso, per verificare che le caldaie domestiche siano state adeguatamente analizzate. In questi casi va presentato il bollino blu e in caso di mancanze si possono ricevere multe molto salate.

Contattaci per ottenere il bollino blu per la tua caldaia, disponiamo di un team di esperti caldaisti che effettuerà sia la manutenzione che il controllo dei fumi, rilasciandoti la regolare certificazione obbligatoria per legge.

Potrebbero Interessarti Anche:
<